Torna La Macenata di Paternopoli, l’antico rito della pigiatura

A PATERNOPOLI (AV), VENTUNESIMA EDIZIONE DE “LA MACENATA”: L’ANTICO RITO DELLA PIGIATURA DELL’UVA RIVIVE IN IRPINIA IN CHIAVE MODERNA

Il rito

Al via l’XIesima edizione de “La Macenata”, festival enogastronomico in programma a Paternopoli (Avellino).

Il 20 e 21 settembre si celebrerà – infatti – una delle più antiche tradizioni locali reinterpretata in chiave moderna, ovvero l’antico rito della pigiatura dell’uva con i piedi attraverso il caratteristico ballo dentro il tino colmo d’uva.

Una danza affascinante, capace di invaghire e coinvolgere qualsiasi pubblico. L’evento prenderà il via già il 15 settembre con l’“Enotour”. I partecipanti prenderanno parte ad una ricca colazione che proporrà i cibi e le bevande che, tradizionalmente, venivano consumati dai contadini prima di scendere in vigna ed affrontare le faticose giornate di vendemmia. A seguire, visita guidata nelle cantine di Paternopoli.

Wine Valley ed Irpinia Express

macenataIl 21 settembre “Irpinia Express”, nuovo itinerario turistico che partirà da Benevento fino ad arrivare a Paternopoli, per mezzo di automotrici d’epoca. Il tour consentirà di raggiungere comodamente in treno la Wine Valley, denominazione recentemente coniata dal presidente della Fondazione FS, Mauro Moretti.

L’obiettivo della Wine Valley è individuare e conoscere i territori caratterizzati da una produzione enologica di alta qualità.

Una delle novità sostanziali dell’attuale edizione consiste nel tema portato avanti dalla manifestazione: la valorizzazione dell’attività artigianale, intesa come atto creativo individuale, sociale e collettivo. L’evento ospiterà tre artigiani, un marmista, un falegname ed un fabbro, i quali, nel corso delle due giornate, realizzeranno delle dimostrazioni aperte al pubblico, in cui mostreranno i processi di lavorazione propri dei rispettivi materiali.

Sono, inoltre, previste esposizioni artistiche, che presenteranno i lavori di artisti locali al fine di promuovere la creazione artistica autoctona nelle sue diverse varianti. Durante il festival saranno inoltre organizzati laboratori creativi rivolti ai bambini e attività di workshop per studenti, da svolgere insieme agli artigiani partecipanti.

Una terra da scoprire

Inoltre, ricche degustazioni ed esibizioni musicali, immersi nella magica atmosfera dell’evento. Nell’ottica del marketing territoriale, inoltre, è stata creata una campagna promozionale con lo scopo di valorizzare il territorio e chi ne fa parte, mettendo l’accento sull’impronta degli artigiani e dei produttori vinicoli.

L’obiettivo è far dialogare due diverse forme di creazione: quella artistica e artigianale e quella del vino. Nel corso degli appuntamenti verranno proiettati dei video promo per comunicare e dare consapevolezza ai turisti del nostro territorio.

Il vino, vero protagonista dell’evento, ha bisogno di incrementare la propria posizione in un mercato in cui la domanda è in continua crescita in Italia e all’estero. Pertanto, l’obiettivo sarà quello di promuovere le eccellenze territoriali portando i turisti a conoscenza di un territorio ricco e florido. L’edizione 2019, a cui prendono parte espositori, artisti, e 10 aziende tra cantine, ristoratori e produttori, coinvolgerà un territorio sempre più in via di sviluppo dal punto di vista enogastronomico e turistico.

“La Macenata”, dunque, si consolida come manifestazione atta alla valorizzazione delle eccellenze enologiche, gastronomiche e artistiche presenti sul territorio irpino, rappresentando, non solo un evento unico ma anche una rara occasione per riscoprire la nostra memoria culturale e sentire nuovamente di appartenervi. Info sul programma complete: www.lamacenata.it.

macenata

Autore dell'articolo: Ritmodivino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.