Cinque brani per iniziare bene l’anno

dischi
Music, un bellissimo wallpaper by Wallpapercave

Non di solo nettare viviamo noi di Ritmodivino, ma anche di arte e soprattutto musica! Vi consigliamo cinque grandi brani per iniziare al meglio questo 2019. Magari accompagnandoli con il vostro calice preferito…

D’abitudine, in Italia, l’anno inizia sempre in compagnia di una buona bottiglia di spumante.

Qualunque sia la bottiglia che avete aperto a mezzanotte del 1° Gennaio, noi di Ritmodivino vogliamo proporvi cinque brani che abbiamo scelto per voi. Tracce che – secondo noi – possono essere la colonna sonora ideale in questo 2019.

Cinque brani che potete ascoltare anche accompagnandovi ad un calice di vino, come nella migliore tradizione del nostro portale.

1. TIME AFTER TIME nella versione di MILES DAVIS

Un pezzo che non ha bisogno di presentazioni. Riarrangiamento dell’omonimo pezzo del 1984 di Cyndi Lauper, tratto dall’album “She’s so unusual“, è un brano caldo e suadente, una ballata che – pur nella sua calma – rievoca emozioni felici e tempi andati.

IL BRANO

2. THE VIOLENT SCENE (from ZABRISKIE POINT), PINK FLOYD

Traccia molto rara del gruppo inglese, creata per il film Zabriskie Point di Michelangelo Antonioni. Destinata alla sequenza degli scontri fra manifestanti e polizia dell’omonimo film, fu scartata dal regista e divenne poi la base di Us and Them, uno dei pezzi più celebri dei Pink Floyd.

IL BRANO

3. NOTHING SERIOUS di ROY HARGROVE

Un pezzo hardbop dell’artista scomparso quest’anno e scoperto da Wynton Marsalis. Un brano frizzante e adatto al nuovo anno, da ascoltare facendosi trascinare da una musica che rievoca le sensazioni allegre della notte di Capodanno.

IL BRANO

4. THE BEST IS YET TO COME di FRANK SINATRA

Un brano che riporta la mente ai giorni tra Natale e Capodanno, magari per le strade di Las Vegas tra luci accecanti e paillettes sfavillanti. Un modo per festeggiare una volta nella vita come una star di Hollywood.

IL BRANO

5. ALL THIS TIME di STING

Brano originariamente scritto da Sting per ricordare la morte del padre, ma che – in realtà – ha un suono caldo e rievocativo, per niente triste. Adatto a ricordare i tempi passati e quelli che verranno.

IL BRANO

 

Autore dell'articolo: Ritmodivino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.