Cinque dischi per inaugurare questo nuovo anno

Per questo nuovo appuntamento con la musica , noi di Ritmo diVino , vogliamo suggerirvi cinque dischi che possono fare da colonna sonora per questo nuovo anno arrivato da pochi giorni.

Il primo disco che vogliamo consigliarvi è “Nat King Cole & Me” di Gregory Porter.

Gragory Porter  omaggia Nat King Cole con un disco dedicato interamente ai brani del repertorio del grande “King” . Con una voce che può alternare alti e bassi calorosi, il due volte vincitore di un Grammy è indiscutibilmente uno dei più importanti cantanti del jazz maschile del nostro tempo. In effetti, è facile immaginarlo assumere il ruolo di un Nat Cole dei tempi moderni: musicista, gentiluomo, ambasciatore del jazz per il vasto pubblico commerciale di oggi.

http://www.gregoryporter.com/

Il secondo disco è “A Social Call” di Jazzmedia Horn.

La giovane cantante Jazzmeia Horn arriva con il suo album di debutto “A Social Call”, rivelando un talento pronto a prendere posto al fianco dei migliori vocalist del jazz di oggi. La Horn mette in scena in questo disco una serie di standard ben curati che, pur atterrando saldamente nella tradizione del jazz acustico lineare, sottolineano comunque la sua visione del mondo progressista e umanistica.

https://www.theartistryofjazzhorn.com/

Il terzo disco è “Blue Moka” dei Blue Moka 4tet.

L’album d’esordio per il quartetto “made in Italy” , che vedrà come special guest Fabrizio Bosso alla tromba, è un lavoro discografico fatto di grandi standard che ripercorrendo il sound della new generation di hard-bopper del mainstream newyorkese. Il disco è di grande impatto sonoro, miscelando sonorità funky , blues con rimandi R&B fanno di questo quartetto una miscela unica ed innovativa senza mai tralasciare l’aspetto sonoro della tradizione di questa musica.

 

Il quarto disco è “Crash” di Gabriele Mitelli.

“O.N.G. “Crash”” è il nuovo progetto musicale di Gabriele Mitelli : l’album, composto da tre suite, è un lavoro che racchiude la ruvidezza del rock del punk a sonorità moderne di avant-garde . La musica di Mitelli è una miscela esplosiva di improvvisazione, free, elettronica e rock : questa miscela sonora da la possibilità all’ascoltatore di essere avvolto da suoni ed emozioni che ti portano lontano .

Il quinto disco è “Make Noise!” di Jeremy Pelt.

Uno dei pochi trombettisti in grado di mescolare tradizione e innovazione : in tutti i lavori discografici di Pelt abbiamo apprezzato la sua capacità di rimandare all’ascolto le sonorità più tipiche dello swing strizzando l’occhio a suoni ed accenti che il mondo moderno della musica propone . In questo ultimo lavoro la vena funkeggiante ed il tocco latino si fanno prepotentemente sentire arricchendo l’andamento ritmico dei brani.

http://jeremypelt.net/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *