Il migliore spumante bianco al mondo è francese, ma l’Italia…

Il Sole 24 Ore ha pubblicato i risultati della competizione mondiale Euposia tenutasi in Croazia per eleggere il miglior spumante del mondo. Nella categoria bianchi vince la Francia con il Vauversin Champagne, ma l’Italia domina in quella degli autoctoni.

La Francia ha vinto l’edizione 2017 della challenge Euposia, la rivista del vino fondata nel 2002 e diretta da Beppe Giuliano.

I transalpini si confermano, dunque, imbattibili nel settore dei vini-spumanti rifermentati in bottiglia, e portano a casa il titolo di Campioni del Mondo nella categoria dei bianchi,

EuposiaVince il Vauvertin Champagne, un blanc de blancs realizzato ad Oger, nella Regione della Champagne-Ardenne, dall’omonima famiglia produttrice di Metodo Classico sin dal 1640.

Si tratta di un blend di Chardonnay del 2015 nati in una azienda che lavora questo vitigno da quasi quattrocento anni. L’azienda è oggi diretta da Bruno Vauvertin e dal figlio Laurent e produce questo Gran Cru.

Il Vauvertin è risultato vincente di fronte ad una giuria internazionale com oltre 150 altri campioni. Il presidente della giuria era l’Enologo Riccardo Cotarella, come riporta Il Sole 24 Ore, e la sede del concorso era la Croazia.

L’Italia quindi resta indietro alla Francia nel settore spumanti bianchi. Il nostro paese, però, ha potuto comunque fregiarsi del titolo di Campione del Mondo nel settore vini spumanti da vitigni autoctoni.

In questa categoria ha infatti trionfato il “Sogno Dosaggio Zero”, prodotto ad Asolo, in Veneto, dall’azienda agricola Cirotto. Il vino campione è uno spumante da incrocio Manzoni bianco, il vitigno realizzato negli anni ‘30 dal preside della scuola Enologica di Conegliano Luigi Manzoni.

Per la prima volta è stato anche premiato un vino biologico, e stavolta a vincere è stata la Spagna, con il Gramona, Cava-Spagna, Catalogna, “Gran Reserva Celler Battle 2006”.

Come riporta Il Sole 24 Ore, l’evento è da ritenersi importante per tutte quelle piccole cantine che puntano a valorizzare i loro spumanti realizzati con il metodo nato originariamente nello Champagne.

Premi a Francia e Italia anche nella categoria degli spumanti rosati. L’Italia si aggiudica, infatti, il titolo con Kettmeir, Sud Tirol/Alto Adige; “Athesis Brut Rosè 2014” e quello di migliore spumante rosé da vitigno autoctono con Cave Mont Blanc de Morgex et La Salle, Valle d’Aosta, “Caronte” da Petit rouge.

Ai galletti il premio bio con Charlot Tanneux, Champagne-Francia, “Rosè de Saignee”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *